Rifugio escursionistico o Baita

Rifugio escursionistico o Baita

 

Che cosa è

Esercizio ubicato in montagna o in zone isolate idoneo a offrire servizi di alloggio e ristoro con aree comuni ed eventualmente dotate di attrezzature sportive e ricreative.

Chi può presentare domanda

Chi è nelle condizioni previste dagli articoli 11 e 12 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza – TULPS);
Chi è in possesso della P.IVA;
Chi ha la disponibilità di un immobile che abbia i requisiti tecnici previsti dai regolamenti comunali con destinazione d’uso turistico- ricettiva o altra categoria che consenta la residenzialità.

Come avviare l'attività

Trasmettere la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), in modalità telematica, allo sportello unico per le attività produttive (SUAP) del comune sul cui territorio ricade la struttura, utilizzando il modello di segnalazione previsto (Modello SCIA), la Tabella dei servizi utile alla classificazione (Tabella dei servizi), oltre alla documentazione prevista.

Sono idonee all’esercizio dell’attività le strutture che posseggono i requisiti, previsti dalla L.r. 34/2018, per l’ottenimento della classificazione almeno ad un sorriso.

Obblighi

Fornire all’autorità di pubblica sicurezza ogni comunicazione relativa alle persone alloggiate, secondo la normativa vigente. (alloggiatiweb).
Comunicare alla Regione, ovvero alla Città metropolitana di Reggio Calabria, entro il 1° ottobre di ogni anno, per via telematica, i prezzi massimi e minimi, dei relativi servizi offerti, comprensivi di IVA, e delle condizioni applicate.
Comunicare il movimento degli ospiti, in arrivo e in partenza, ai fini statistici, attraverso la piattaforma telematica del Sistema informativo regionale, (ROSS 1000).
Essere in regola con i pagamenti previsti dalle tasse sulle concessioni regionali (Ufficio tributi reg.C.).

Documentazione