Regione calabria - Portale- Scuola, lavoro, politiche sociali e giovanili

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Unita di Governo e Supporto > Ufficio stampa > Agenzia Calabria Notizie > Scuola lavoro politiche soc > vista documento

Approvato il piano per il diritto allo studio 2017/2018

Scuola e Universita' - Catanzaro, 21/06/2017

Approvato il piano per il diritto allo studio 2017/2018

Durante la seduta della giunta regionale di ieri, 20 giugno, è stato approvato il nuovo piano per il diritto alla studio a valere sui fondi della legge regionale 27/85. "Si tratta - ha dichiarato l'Assessore alla Pubblica Istruzione Federica Roccisano - di un piano che investe sul tempo e sulla qualità della vita degli studenti. Come nei piani precedentemente approvati dalla giunta regionale del Presidente Mario Oliverio, si ha un chiaro investimento a favore dell'inclusione degli alunni con disabilità, ma quest'anno abbiamo avuto la possibilità di riservare a questo settore anche le economie generate da scuole e comuni nelle annualità precedenti. Parallelamente quest'anno abbiamo incrementato la copertura economica destinata ai servizi mensa e quindi al tempo pieno, consapevoli dell'importanza del prolungamento del tempo a scuola per i giovani calabresi, soprattutto delle periferie e delle aree ad alto rischio esclusione sociale e criminalità”.

“All'interno del Piano, inoltre, - ha proseguito l'Assessore Roccisano - sono state approvate le linee guida per gli interventi di rilevanza regionale sui quali le scuole potranno presentare proposte progettuali da finanziare. Nello specifico, per l'anno scolastico 2017/2018 le scuole, costituite in reti interprovinciali, potranno lavorare sul tema dell'economia solidale, sul volontariato e l'innovazione digitale, sull'ambiente, la biodiversità e la green-blue economy, sulla formazione sperimentale dei docenti e sulla promozione di scambi interregionali e internazionali”.

“L'idea che sta alla base – ha concluso l'Assessore - è quella di rendere le scuole calabresi innovative, inclusive e collaborative grazie al costante lavoro in rete al quale sono invitate a lavorare, secondo il metodo della comunità educante diventato fondativo per la Regione Calabria, per le scuole e per le realtà associative e istituzionali che con loro collaborano”. g.m.

aggiornato il 21 giugno 2017 alle 13:05
documento consultato: 1555 volte

Indietro