Regione calabria - Portale- Agricoltura

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Unita di Governo e Supporto > Ufficio stampa > Agenzia Calabria Notizie > Agricoltura > vista documento

PSR: pubblicata la graduatoria definitiva del bando 3.1.1

"Sostegno ad associazioni di agricoltori che partecipano per la prima volta a regimi di qualità"

Agricoltura - Catanzaro, 11/10/2018

PSR: pubblicata la graduatoria definitiva del bando 3.1.1

Il Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari informa che è stata pubblicata la graduatoria definitiva del bando della Misura 3, Intervento 3.1.1 "Sostegno ad associazioni di agricoltori che partecipano per la prima volta a regimi di qualità", annualità 2018 del PSR Calabria 2014/2020. L'intervento sostiene l'adozione dei regimi di certificazione dei prodotti di qualità del territorio regionale al fine di conseguire un maggior valore aggiunto sui mercati. I beneficiari sono associazioni di agricoltori che agiscono per conto e a favore di propri singoli agricoltori associati, che partecipano per la prima volta a regimi di qualità."Si tratta di un bando innovativo, rispetto alle precedenti programmazioni – ha sottolineato il Consigliere regionale delegato all'"Agricoltura" Mauro D'Acri - in quanto il meccanismo di attuazione dell'intervento prevede domande uniche di sostegno presentate da associazioni di agricoltori e non più da singoli agricoltori, come accadeva in passato. Siamo di fronte dunque ad un'importante semplificazione amministrativa – ha concluso D'Acri - e ad una riduzione di oneri a carico dei beneficiari, che facilitano l'aspetto aggregativo del quale il nostro territorio ha particolarmente bisogno". Le domande ammissibili a finanziamento, infatti, sono otto, per un totale di oltre 633 mila Euro, ma contemplano centinaia di beneficiari. "La 3.1.1 rappresenta una misura molto importante del Programma di Sviluppo Rurale – ha affermato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari Giacomo Giovinazzo - perché incita gli agricoltori a certificarsi verso nuovi standard qualitativi, che oggi sono indispensabili per essere veramente competitivi sui mercati nazionali ed esteri". f.d.

aggiornato il 11 ottobre 2018 alle 17:06
documento consultato: 1770 volte

Indietro